Nuovo paesaggio e antiche radici per la chiesa di Armeno

  • 2
  • 4
  • F:LAVORI HD ESTERNO2010_12_ARMENO8_CONSEGNA FEBBRAIO 2012Tav
  • F:LAVORI HD ESTERNO2010_12_ARMENO8_CONSEGNA FEBBRAIO 2012Tav
  • F:LAVORI HD ESTERNO2010_12_ARMENO8_CONSEGNA FEBBRAIO 2012Tav
  • F:LAVORI HD ESTERNO2010_12_ARMENO8_CONSEGNA FEBBRAIO 2012Tav
  • F:LAVORI HD ESTERNO2010_12_ARMENO8_CONSEGNA FEBBRAIO 2012Tav
  • F:LAVORI HD ESTERNO2010_12_ARMENO8_CONSEGNA FEBBRAIO 2012Tav
  • F:LAVORI HD ESTERNO2010_12_ARMENO8_CONSEGNA FEBBRAIO 2012Tav
  • F:LAVORI HD ESTERNO2010_12_ARMENO8_CONSEGNA FEBBRAIO 2012Tav

Lo studio di fattibilità per la riqualificazione paesaggistica dell’area della chiesa parrocchiale di Armeno nasce dalla volontà dell’Amministrazione Comunale di valorizzare il contesto in cui sorge la chiesa di Santa Maria Assunta, una delle maggiori testimonianze dell’architettura romanica novarese. Il progetto, preceduto da un’approfondita analisi dei documenti storici e delle caratteristiche del sito, si sviluppa per temi: 1) Il nuovo sagrato, sobrio e funzionale alle esigenze della comunità, i cui materiali rimandano alla tradizione locale. Si prevede un disegno semplice ma impreziosito da elementi di dettaglio, una proposta di gusto minimale giocata sul contrasto tra storicità e contemporaneità. 2) La via crucis, esistente, in cui si propone di inserire un percorso con l’intento di valorizzare il percorso devozionale e le sue valenze architettoniche. Si propone un percorso ellittico, inserito con delicatezza nel contesto, la sostituzione delle sedute esistenti ed una nuova illuminazione al fine di esaltare la suggestione estetica e spirituale di un luogo sospeso nel tempo.  2) Il giardino dei semplici, rimando all’epoca medievale per rafforzare la vocazione naturale del sito, da collocarsi a fianco della chiesa, come alternativa all’attuale sistemazione a verde, poco consona alla valorizzazione delle caratteristiche tipologiche dell’edificio religioso. Si propone un piccolo giardino tematico,  un locus amoenus che arricchisca l’identità del complesso religioso. 3) La  sistemazione a verde dell’area circostante il campo santo, strutturata sull’asse nord sud, prevede il disegno di una piastra centrale che concentra la viabilità veicolare e pedonale. All’interno dell’area verde i percorsi pedonali creano un reticolo che dona permeabilità all’area. Il terreno sarà modellato attraverso leggeri rilevati. Il progetto prevede la conservazione degli esemplari arborei esistenti e la loro integrazione con esemplari di specie autoctone. 4) Il roccolo. Il progetto prevede la realizzazione di un piccolo giardino ospitante un’architettura vegetale costituita da alberi di alto fusto messi a dimora in forma ellittica, moderna citazione dell’antico roccolo presente ad Armeno. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Arch. Paolo De Marco e Arch. Davide Maggioni.
Lo studio di fattibilità ha portato allo sviluppo del progetto preliminare del lotto 1 – Il sagrato.

  • Intervento di riqualificazione paesaggistica nei pressi del Lago d'Orta

Comments are closed.